WordPress: primo impatto (parte seconda)

Dopo aver dato nel precedente articolo un’occhiata generica a WordPress e visto com’è strutturato, vediamo oggi come configurarlo al meglio per iniziare col piede giusto.

Entriamo perciò nell’area amministrativa, e passiamo poi alla sezione “Impostazioni”, Verranno visualizzate le varie voci che la compongono.

Iniziamo dalla voce Generale:

Qui possiamo modificare il sottotitolo (motto) del blog. Spuntiamo poi la voce “chiunque può registrarsi” , in “iscrizione” e verifichiamo che l’ora indicata sia quella corretta.

In Scrittura aumentiamo le “dimensioni del box” ad almeno 25 – 30 righe, dopodichè a vostra scelta potete decidere se convertire o meno gli emoticons testuali in immagini grafiche ( i famosi pallini gialli con le varie espressioni ).

Lettura: in questa pagina possiamo decidere l’aspetto della home del nostro sito.

In particolare se visualizzare una pagina statica o gli ultimi articoli pubblicati e nel caso quanti ( solitamente 6 o 7, per non appesantire troppo la pagina ). Altra selezione da fare è se inviare tramite feed l’intero articolo o un suo riassunto ( il riassunto potrebbe incuriosire il lettore, invogliandolo a visitare il sito, ma quando si è agli inizi per farsi conoscere anche pubblicare l’intero articolo può essere una buona scelta. )

Discussione: qui decidiamo le regole riguardanti l’inserimento di commenti da parte degli utenti. E’ una buona idea togliere la spunta da “gli autori di un commento devono averne uno già approvato in precedenza” ed eventualmente fare in modo che i commenti siano visibili senza bisogno di approvazione da parte di un moderatore, in modo da facilitare l’utente che voglia inserirne uno, almeno agli inizi.

Riguardo le schede Impostazioni media, Privacy e Varie, non ci sono modifiche da fare, per il momento, mentre per la scheda Permalink, è bene cambiare l’impostazione da predefinito ad una delle scelte disponibili. In realtà la scelta migliore sarebbe creare una struttura personalizzata creata in modo da facilitare il posizionamento degli articoli nei motori di ricerca, ma data l’importanza dell’argomento, ne parleremo in seguito in modo più dettagliato, per ora accontentiamoci di una delle proposte di WordPress.

Related Posts with Thumbnails